FEATURE DOC, IN DEVELOPMENT
Yanochka
  • Share :
Yanochka
ABOUT THE FILM
image movie

"Gran, when I go, keep your eyes on me! Don't look at anyone else. That way no one will be able to come between us. " Yana 1973

Dancing exile

In Paris, the dancer and actress Yana Maizal stages dance performances telling stories of political refugees. Born in Leningrad in the 1960s, she emigrated to Canada with her family to escape the Soviet regime and the gulag. Now, Yana uses her experience to work with others who have escaped from war. By organizing workshops that have their roots in flamenco and theatre, she works with survivors to poetically weave together the threads of their stories. The memory of her own exile is outlined through these artistic encounters.
Yanochka is a film that is inhabited by the memory of a journey that evolves over a lifetime, one that leaves an everlasting imprint.

LA DANZA DELL’ESILIO

Nata a Leningrado negli anni ’60, Yana è emigrata in Canada con la sua famiglia per sfuggire al regime sovietico e al gulag. Danzatrice ed attrice a Parigi, oggi organizza dei laboratori di espressione e flamenco con rifugiati politici. La memoria del suo proprio esilio emerge faticosamente da questi incontri e le storie di migrazioni passate e presenti si mescolano in un contesto artistico e di creazione. I racconti dei nonni di Yana, che evocano l’assedio di Leningrado e il gulag, fanno eco al ritmo del flamenco, alla storia di Abdallah, che ha abbandonato il Sudan per sfuggire alla guerra, e di Nazifullah, spinto all’esilio dal conflitto afgano.

CREDITS
  • DIRECTORS
    Lucie Guensier/ Stefano Martone/
  • MUSIC
    Manuel Delgado/
image character
Ida

La nonna di Yana, 90 anni, vive a Toronto con il compagno Youra.
Ha lasciato la Russia negli anni ’70.

image character
Youra

Il compagno di Ida. Testimone dell’assedio di Leningrado, i suoi racconti fanno eco a quelli di Abdallah.

image character
Yana

Personaggio centrale del film,  fulcro della narrazione e ponte tra passato e presente.

image character
Abdallah

Ha lasciato il Sudan nel 2013 per sfuggire dalla guerra.
E’ arrivato in Francia da poco meno di due anni dopo un lungo viaggio

image character
Nazifullah

Afgano, ha attraversato l’Iran a piedi e a dorso d’asino una decina di anni fa. Da allora, raggiunta l’Europa, è in attesa dello stato di rifugiato politico.

previous
next